luoghi di interesse naturalistico

Indietro

Monte Fumaiolo


Monte Fumaiolo

La sua vetta con i suoi 1407 mt slm é la più alta dell'Appennino cesenate, e costituisce il più alto dei vertici di quell'inclinato zatterone di rocce "alloctone" disteso su argille scagliose, composto dal piccolo gruppo montuoso del Fumaiolo - Monte Aquilone (1355 slm) - Ripa della Moia (1314 slm) e Monte Castelvecchio (1254 slm): praticamente è una scogliera marina di calcare misto ad arenaria scivolata fin qua, insieme alla Verna, alle creste della Perticara e di San Marino. Il monte Fumaiolo è giusto a metà tra tre regioni: Romagna, Marche, Toscana. Alcuni ritengono che il nome sia dovuto al fatto che la vetta è spesso avvolta da nebbie, altri che derivi da "Fiumaiolo", per le numerose sorgenti che scaturiscono dalle sue pendici e danno origini al fiume Tevere, al Savio ed a numerosi torrenti. E' ricoperto per buona parte (60%) da faggete, con piante secolari, fustaie di abeti e douglasia, cerrete e castagneti, la rimanente da prati-pascoli, arbusteti a ginestra dei carbonai e ginepro. L'area del Fumaiolo è luogo ideale per soggiorni rilassanti, per trekking a piedi e a cavallo, scampagnate ed escursioni in mountain bike, ed è anche l'unica stazione sciistica del comprensorio cesenate con piste per la discesa e per lo sci da fondo. La rupe della Moia e le pareti delle rocce che sovrastano il paese di Balze sono utilizzate dagli amanti del free climbing.

Come arrivare

E/45 da Roma direzione nord e da Cesena direz. sud: uscita Monte Fumaiolo-Balze. Si prosegue poi lungo la SP.137 (km 4) fino alla località Le Ville di Montecoronaro, da cui di devia sulla la SP.138 fino a Balze (km 7), e infine sulla SP.43 che porta sul Valico di Monte Fumaiolo.

mer, 06 set 2017 07:45:08 +0000