itinerari in auto, treno, bus

Indietro

Per Sarsina 26 km


Per Sarsina 26 km

E' una delle cittadine più ricche di storia della Romagna. Antica capitale degli Umbri, fu conquistata dai Romani nel 266 a.C. e diede i natali a Tito Maccio Plauto, il più grande commediografo latino. A Plauto è oggi dedicata la piazza principale sita nell'area dell'antico foro su cui troneggia la splendida Cattedrale, fondata nel 1008. Al suo interno si conservano le spoglie di san Vicinio, primo vescovo e patrono della città, che in vita ebbe fama di taumaturgo; l'opera miracolosa continuò anche dopo la sua morte, e ancor oggi giungono a Sarsina da ogni parte pellegrini infermi e "posseduti" per farsi apporre la "Catena di San Vicinio": un collare di ferro appartenuto al Santo. Una visita merita l'importante Museo Archeologico i cui reperti, distribuiti in 13 sale, sono tutti di provenienza locale e coprono un arco cronologico che va dalla preistoria all'alto medioevo. La documentazione più ricca è comunque quella di età romana, databile tra il III sec. a.C. ed il IV d.C. Vi sono conservati anche epigrafi, monumenti sepolcrali, mausolei recuperati a Pian di bezzo e negli scavi cittadini, mosaici e una ricca decorazione architettonica.
Indirizzo
Contatti
Telefono: 0039 054795494

Itinerario
Da Bagno di Romagna si percorre la E 45 (direzione Cesena) con uscita Sarsina (km 22).
Suggerimenti utili
Museo Archeologico Nazionale di Sarsina: orario invernale (16 settembre / 14 giugno): dalle 8,30 alle 13,30; martedì e giovedì anche dalle 15 alle 18. Chiuso il lunedì. Orario estivo (15 giugno / 15 settembre) dalle 13,30 alle 18,30, martedì e giovedì anche dalle 8,30 alle 13,30. Chiuso il lunedì.
mer, 06 set 2017 07:58:06 +0000